PoliambulatoriArcade_Fisioterapia_Terapie_Strumentali_Terapia_Fisica

TERAPIE FISICHE
TENS

La TENS, è una elettrostimolazione che viene fatta con finalità analgesiche. Il meccanismo fisiologico su cui si basa la TENS, è quello del GATE-CONTROL, ovvero controllo a cancello.
L’analgesia così ottenuta, senza l’uso di farmaci, ha il merito di interrompere i dolori cronici muscolari, permettendo un rilassamento progressivo con successivo smaltimento dei cataboliti.

MAGNETOTERAPIA

La magnetoterapia a campo stabile si usa fondamentalmente per i suoi effetti antinfiammatori e di accelerazione del trofismo.
L’applicazione più comune della magnetoterapia è relativa all’osteoporosi in quanto rallenta la perdita di calcio ed attiva la rigenerazione del tessuto osseo.
Ci sono molte patologie che migliorano con la Magnetoterapia, tra le quali:
• fratture, tendiniti, reumatismi
• artrosi al ginocchio, anca, lombare
• Atrofia di Sudeck
• contratture
• osteoporosi e processi in cui è presente un ritardo della calcificazione ossea
• lombalgia, dorsalgia.

ELETTROSTIMOLAZIONE

L’ elettrostimolazione è una pratica che permette di produrre una contrazione muscolare mediante l’applicazione di un impulso elettrico.
Agendo sui vari programmi (pre-impostati, o personalizzabili) si possono allenare diversi gruppi muscolari ed ottenere l’incremento di capacità condizionali come: forza, forza esplosiva, resistenza, oppure curare patologie muscolari sia di tipo traumatico che degenerativo.

IONOFORESI

La ionoforesi medicamentosa è una tecnica elettroterapica che sfrutta la corrente continua per introdurre medicamenti nell’organismo.
Indicazioni
La ionoforesi è indicata nel trattamento di patologie che interessano strutture superficiali e prive di abbondante rivestimento di tessuto muscolare ed adiposo. È efficace nelle patologie dei tessuti periarticolari e delle articolazioni non profonde (gomito, polso, mano, ginocchio, tibio-tarsica).
Effetti biologici
Azione antalgica, antinfiammatoria, antiedemigena, miorilassante, ricalcificante .

LASERTERAPIA

La radiazione laser, penetrando i tessuti, provoca delle reazioni biochimiche, che inducono i seguenti effetti: vasodilatazione: l’aumento del flusso ematico ha effetti antiflogistici, antiedema, eutrofici e stimolanti per il tessuto cellulare. aumento del drenaggio linfatico: la variazione della pressione idrostatica intracapillare conduce ad un maggior assorbimento del liquidi interstiziali con effetti riduttivi per gli edemi e di attivazione per il ricambio cellulare. stimolazione metabolica: la terapia del dolore è praticabile grazie all’azione analgesica, indotta dall’aumento della soglia di percezione delle terminazioni nervose e dalla liberazione di endorfine.
La Laserterapia risulta particolarmente indicata nelle patologie di tipo infiammatorio, quali:
• artrosi,
• tendiniti,
• contratture, stiramenti e strappi muscolari,
• distorsioni,
• contusioni,
• borsiti e periostiti,
• metatarsalgie, fasciti plantari.

PoliambulatoriArcade_Fisioterapia_Terapie_Strumentali_Tecar

TECAR

Nonostante le diverse terminologie utilizzate, si tratta di campi elettromagnetici di frequenza elevata, applicata ai tessuti dell’organismo, con l’obiettivo di incrementare la temperatura interna e di conseguenza indurre i diversi effetti terapeutici.
Oltre all’effetto di biostimolazione, si assiste ad un incremento locale e riflesso della circolazione arteriosa e ad un importante azione di drenaggio venoso e linfatico. L’effetto biologico si traduce in miglioramento dell’afflusso arterioso, del deflusso venoso linfatico, dell’equilibrio di membrana e un aumento del metabolismo.
La terapie sono mirate alla risoluzione di patologie quali:
• Epicondiliti, epitrocleiti,
• Tendiniti, periartriti e periartriti calcifichedella spalla
• Coxartrosi, gonartrosi, pseudoartrosi
• Fasciti plantari, spina calcaneare, alluce valgo
• Strappi e stiramenti muscolari, pubalgie
• Rizoartrosi, tunnel carpale, dito a scatto, ecc.

PoliambulatoriArcade_Fisioterapia_Terapie_Strumentali_Onde_Urto

ONDE D’URTO

Le onde d’urto sono onde acustiche ad alta energia utilizzate a scopo terapeutico in ambito ortopedico-fisiatrico. Sono una metodica non invasiva efficace per il trattamento di patologie a carico del tessuto osseo e dei tessuti molli (legamenti, tendini ect…) Le onde d’urto colpendo la calcificazione presente sui tessuti, creano una sorta di “micro-idromassaggio”, in grado di frammentare la calcificazione stessa e promuovere una serie di reazioni biochimiche e cellulari, responsabili degli effetti terapeutici. Gli effetti biologici ottenuti con questa metodica sono antidolorifico, antinfiammatorio, antiedemigeno, di incremento della vascolarizzazione locale e di riparazione tissutale
Possono essere indicate per il trattamento a livello di:
• SPALLA: cuffia dei rotatori, tendinite semplice, impingement, tendinopatie inserzionali
• GOMITO: epicondilite, epitrocleite
• GINOCCHIO: Tendinite rotulea, Borsite traumatica e micro-traumatica, Tendinite della zampa d’oca
• PUBE: Tendinopatie degli aduttori
• CAVIGLIA- PIEDE: Sperone calcaneare, Tendinite dell’Achilleo, Fascite Plantare
• INOLTRE: Pseudoartrosi; esiti cicatriziali; scafoide; Induratio penis plastica

PoliambulatoriArcade_Fisioterapia_Terapie_Strumentali_Vibra

VIBRA

Vibra è il nuovo sistema ad onde meccano-sonore selettive dall’elevato valore terapeutico per il trattamento non invasivo di patologie muscolari e neuro-muscolari.
Grazie alle modificazioni indotte dall’utilizzo di particolari frequenze, Vibra permette di accelerare il recupero funzionale migliorando la propriocezione, il tono muscolare, la resistenza fisica e la coordinazione muscolare.
APPLICAZIONI
Le vibrazioni a differenti frequenze vengono impiegate con efficacia nei settori della Riabilitazione, Neurologia, Terapia del dolore, Fisioterapia, Kinesiologia, Medicina dello Sport, Posturologia, Geriatria e Medicina Estetica.
I trattamenti sono efficaci:
• nel recupero neuro muscolare dopo affaticamento (DOMS- dolore muscolare tardivo)
• nel riequilibrio posturale degli atleti che praticano sport asimmetrici
• nelle contratture muscolari
• nel mantenimento della coordinazione neuro muscolare dell’atleta infortunato (i trattamenti sono in grado di mantenere il tono ed il trofismo dei muscoli non colpiti dalla lesione).
• la neuro riabilitazione: grazie all’azione miorilassante delle vibrazioni sulla spasticità muscolare, si verifica un’azione di riduzione del tono muscolare nella spasticità da lesione nervosa centrale.
• la terapia del dolore: vibra è in grado di agire contemporaneamente sul dolore muscolare miofasciale e sull’acquisizione di forza, resistenza e coordinazione, attivando meccanismi biologici diversi.
• il recupero post-operatorio: nell’ambito del recupero post operatorio, i trattamenti permettono di mantenere il tono ed il trofismo in una muscolatura che risulti deficitaria a causa dell’immobilizzazione pre e post operatoria. I trattamenti sono caratterizzati da due requisiti fondamentali nell’ambito del post chirurgico: l’innocuità e l’efficacia terapeutica.
Oggi, infatti, è fondamentale la riabilitazione funzionale, rispettando il recupero biologico ed evitando effetti controindicati all’intervento.
• la Terza età: i trattamenti sono un mezzo efficace per ridurre il rischio di caduta dell’anziano poiché permettono di mantenere l’efficienza posturale, il tono muscolare e la coordinazione.
• la Medicina Estetica: vibra è efficace per il trattamento degli inestetismi della pelle come la cellulite e l’effetto buccia d’arancia, permettendo di ottenere risultati rapidi e duraturi.
• Vibra, inoltre, è in grado di ridare forma ed il giusto volume ai muscoli, rimodellando il corpo in modo sicuro e non invasivo. Fondamentale il lavoro attivo successivo al trattamento.

PoliambulatoriArcade_Fisioterapia_Terapie_Strumentali_Pressoterapia

PRESSOTERAPIA

La pressoterapia è un trattamento medico ed estetico che presso il nostro centro è svolto da fisioterapisti qualificati. Migliora il funzionamento del sistema circolatorio e del sistema linfatico nella persona che vi si sottopone.
Tale trattamento attraverso pressioni dosate ai tessuti, facilita il drenaggio del liquido interstiziale e dei soluti che vi si trovano, attivando anche la circolazione venosa e liberando l’ambiente extracellulare dalle scorie che le cellule costantemente vi riversano. Solitamente, l’oggetto del trattamento sono gli arti inferiori superiori e l’addome.
Le principali indicazioni terapeutiche sono:
• Edemi linfatici secondari a rimozione di linfonodi
• Inestetismi provocati da cellulite
• Ritenzione idrica
• Sovrappeso
• Tonificazione dei tessuti