fbpx

Training Autogeno

training autogeno arcade

La Dottoressa Scarpellini Arianna ci aiuterà a capire meglio l’utilizzo del training autogeno, tecnica di rilassamento elaborata dal dott. Johannes Heinrich Schultz, che aiuta la persona a raggiungere il proprio benessere psicofisico.

Questa tecnica infatti si pone l’obiettivo di rendere il paziente autore del proprio cambiamento e del proprio benessere attraverso l’induzione di uno stato di calma e di autodistensione.

Il Training autogeno associato ad un percorso psicoterapeutico porta ad una maggiore presa di coscienza e accettazione di sé. Con questa tecnica infatti l’attenzione viene posta su se stessi ed il soggetto è in grado di conoscersi, di inquadrare le cause dei propri disturbi e a trovare delle strategie efficaci per la loro soluzione.

Abbinando il training autogeno ad un percorso di tipo psicologico si possono raggiungere vari obiettivi. Tra questi, i più generici risultano:

  • Ridurre lo stress.
  • Recuperare energie fisiche e psichiche raggiungendo maggiori prestazioni in ambito scolastico e lavorativo (è stato dimostrato infatti che circa dieci minuti di training autogeno corrispondono al recupero energetico di un’ora di sonno).
  • Migliorare le prestazioni sportive degli atleti.
  • Ridurre le emozioni troppo intense.
  • Controllare gli stati d’ansia e depressivi.
  • Attenuare sensibilmente o risolvere i disturbi psicosomatici.
  • Risolvere i disturbi del sonno.
  • Utile sostegno nella cura delle dipendenze (alcool, droga, fumo, farmaci, ecc…).
  • Migliora la concentrazione, la memoria e la creatività.
  • Riduce il dolore, pertanto risulta utilissimo per le partorienti, per chi deve subire interventi e nel post- intervento.

Un’altra caratteristica fondamentale del metodo di Schultz è che la regolare pratica degli esercizi porta alla produzione sempre piu’ spontanea delle modificazioni fisiologiche tipiche dello stato di rilassamento, quindi l’allenamento costante fa si che il benessere psicofisico si produca in modo spontaneo, come e veri e propri riflessi.

E’ per questa ragione che la tecnica viene chiamata Training Autogeno: autogeno significa infatti che si genera da se’ senza concorso della volonta’.

Dottoressa Scarpellini Arianna

Psicologa – Psicoterapeuta